Processing...
Avviso
Tripandia utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
verso Amarillo
Sara Martini

STATI UNITI COAST TO COAST

sulla route 66 attraversando 13 stati

by Sara Martini published on
July 2009 / 24 days 61 Final evaluation
  •  Family

Washington

Travel diary

17 luglio

visita del centro di Washington. Il traffico è sostenuto, non ci si può distrarre. Nastri di strade si intersecano e non ammettono errori. Non ci sono più trak, camion, solo berline di grossa cilindrata, molte blindate. Visitiamo i centri di potere: il Department of the treasury, la Casa Bianca, il Federal Deposit insurance Corporation, The World Bank. La Casa Bianca è stranamente avvicinabile. Possiamo avvicinarci fino a vedere i controlli che fa la polizia sulle auto dei giornalisti o dei visitatori autorizzat: i cani addestrati salgono nel baule e ne discendono quando sono soddisfatti. Nel giardino vi sono miriadi di postazioni stabili, con ombrellini e macchinari, di giornali e televisioni. Intorno i viali hanno bandiere che pendono quasi dagli alberi. Pensavamo che tutto fosse molto più blindato. Molta gente passeggia lungo tutta la cancellata nera. Ogni tanto entra qualche pezzo grosso. Nelle vicinanze, notiamo una fila che permette l’ingresso alla casa bianca. Un po’ per scherzo, faccio per aggiungermi alla coda ma un gentile signore mi chiede se sono autorizzata. Ci vuole una formale richiesta da presentare alle autorità di Washington per ottenere il permesso di visitare alcune stanze della Casa Bianca.Tale permesso viene accordato in tempi non certo immediati, dopo che sono stati fatti i debiti controlli per autorizzare la tua entrata alla Casa Bianca in qualità di visitatore. Ci facciamo la foto davanti al monumento a George Washington. Ci imbattiamo in una manifestazione organizzatissima di cinesi vestiti di bianco e giallo. Andiamo davanti al grigio palazzo dell’ FBI, non ci sono finestre con vetri trasparenti. I palazzi sono opulenti, trasmettono l’idea di una città importante. Fotografiamo l’obelisco dedicato a George Washington, simbolo della città. Quindi andiamo nel cimitero monumentale di Arlington vicino al fiume Potomac. Sterminate file di lapidi bianche dei soldati americani morti in guerra. La targa semplice di John Kennedy e di Jaqueline Kennedy. Negli spalti appositi, assistiamo al cambio della guardia immersi in un silenzio assordante. Torniamo in albergo e assistiamo all'arrivo degli amici di una coppia di ragazzi (lui è un marine) che si sposano. Lui è vestito di bianco con la divisa di “Ufficiale e gentiluomo” di Richard Geere.

Entriamo nella sala preparata per il pranzo. C'è un tavolino con le foto dei ragazzi. Ci viene incontro il padre della ragazza e chiacchierando, capiamo che è un matrimonio un po' obbligato. Sono giovanissimi!

A sera ceniamo in un ristorante italiano per festeggiare il compleanno del Senior. Notte al Best Western.

Sara Martini
Next leg: New Jersey

Comments

  • by Anonymous

  • Washington, DC
  • The White House, Pennsylvania Avenue Northwest, Washington, DC
  • Department of Treasury, 9th Street Northwest, Washington, DC
  • FBI, Pennsylvania Avenue Northwest, Washington, DC
  • Federal Deposit Insurance Corporation, 17th Street Northwest, Washington, DC
  • Arlington Cemetery, Memorial Drive, Arlington, VA
  • Potomac Street Northwest, Washington, DC

The Tripandia travellers' tips

Other travellers passed by here

Other Sara's trips

I was there!

You must sign in to ask Sara Martini to be added as travel buddy.

Login Cancel

I was there!

The request has been sent to Sara Martini successfully

Close
I have been here

Sign in to add you have been here.

Login

You must sign in to report abuse. If you don't have any account, please sign up.
It's fast and it allow you to keep in touch with all your favorite travellers!

Login Cancel
Access denied

You must log in to proceed.

Login