Processing...
Avviso
Tripandia utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
Lisbona
Cinzia Bassani

Portogallo: piccoli borghi, grandi città

by Cinzia Bassani published on
September 2013 / 17 days 37 Final evaluation
  •  Couple

Barcellona

Travel diary

Diretti a Barcellona, con un’ultima tappa per la notte, sotto l’ennesimo castello in un paesino sconosciuto, ritorniamo a trovare nostra figlia che ci farà da cicerone per la città.
Parcheggiamo in periferia, vicino allo stadio e ci muoviamo con la metropolitana che arriva un po’ ovunque e la sera assistiamo alla Parata dei Giganti. Una sfilata di sagome di cartapesta, almeno credo, che rappresentano, re, regine, maghi e giullari, persone del popolo e musicisti tutti formato gigante, alte fino a tre metri e con all’interno un uomo, immagino molto forzuto che le fa danzare al suono della musica suonata dai compagni del suo gruppo. Alla fine ci sarà una premiazione per il gruppo che ha creato la statua più bella e suonato il motivo più coinvolgente, ma per me sono tutti bravi e con il ricordo di questi colori e dei motivetti vivaci suonati con ogni tipo di strumento, ce ne andiamo a dormire.
Il giorno dopo altra esperienza insolita. Schiacciati in mezzo alla folla ammiriamo le imprese dei “castells”, anche chiamate piramidi umane. Con enormi sforzi e immagino gradi mal di schiena, i vari quartieri elevano queste torri di 5,7 e addirittura 9 piani, formate da ragazzi e ragazze, che man mano che la torre si alza diventano sempre più piccoli e giovani. L’ultimo stadio è completato da bimbi o bimbe di non più di 5 anni che si trovano in precario equilibrio ad alzare una mano per dichiarare il termine della torre umana. Solo così si aggiudicheranno il punteggio. Ovviamente quelli che stanno sotto, sopportano il peso di tale costruzione. Già visti varie volte in televisione, vederli dal vero, procura un’emozione del tutto diversa, e se paragoniamo i molti bambini italiani che a 5 anni sono ancora sul passeggino con il ciuccio in bocca, a questi piccoli scoiattoli spagnoli, si rimane veramente a bocca aperta.
Non è la prima volta che veniamo a Barcellona, ma non ci siamo mai avventurati nella visita della Sagrada Familia: decisamente troppo cara! Ed invece Tania riesce a procurarci i biglietti gratis e il pomeriggio ci vede in coda per scoprire finalmente cosa si nasconde all’interno…
Quale commento fare? C’è chi di ce che è un’opera di un genio, chi di un pazzo, ma decisamente è estremamente insolita, nulla a che vedere con le chiese tradizionali. L’immensa folla certamente non aiuta a vivere l’interno come un luogo di culto, ma la rende soprattutto un’attrazione turistica.

Questa volta si ritorna veramente e con soltanto un'unica altra sosta per la notte, arriviamo a casa rilassati e soddisfatti.

Per essere un viaggio di ripiego, questo giro in Portogallo ci ha dato grossissime soddisfazioni e forse è per questo che abbiamo guardato con ammirazione i vari luoghi visitati. Siamo arrivati in Portogallo senza grandi aspettative ma torniamo con grandi ricordi.
Unica lacuna è stata il non avere il tempo di visitare anche il sud per farci un idea completa dell’intera nazione. Quello che possiamo dire che abbiamo trovato persone cortesi e accoglienti, paesaggi vasti e suggestivi e cittadine ordinate e estremamente interessanti.

Purtroppo non posso fare come mio solito un riepilogo di spese, chilometraggi, aree di sosta, perché i sistemi informatici haimè mi hanno tradito. I primi anni in cui viaggiavamo, facevo l’amanuense e scrivevo giorno per giorno il diario di bordo. Poi mi sono modernizzata, registrando le mie impressioni e le informazioni più importanti, per poi trascriverle a casa in un impeto di ispirazione letteraria…
Le annotazioni vocali di questo viaggio si sono perse e neanche nostro figlio esperto informatico è riuscito a ritrovarle nel vasto ciberspazio. Per cui questo resoconto è stato scritto con il solo ausilio della mia ormai lacunosa memoria!

Cinzia Bassani

Comments

  • by Anonymous

The Tripandia travellers' tips

Other travellers passed by here

Other Cinzia's trips

I was there!

You must sign in to ask Cinzia Bassani to be added as travel buddy.

Login Cancel

I was there!

The request has been sent to Cinzia Bassani successfully

Close
I have been here

Sign in to add you have been here.

Login

You must sign in to report abuse. If you don't have any account, please sign up.
It's fast and it allow you to keep in touch with all your favorite travellers!

Login Cancel
Access denied

You must log in to proceed.

Login