Processing...
Avviso
Tripandia utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
Shwedagon Paya
Greta Lorenzetto

Birmania (con scalo Thailandese)

a piedi nudi nel paese delle pagode d'oro... un paese che ti rimane nel cuore e non si può racchiudere in un solo racconto... bisogna viverlo...

by Greta Lorenzetto published on
August 2011 / 17 days 85 Final evaluation

Min Kun

Travel diary

Oggi visitamo la parte nord e iniziamo la mattina partendo in barca verso Mingun, antica città imperiale dove un sovrano megalomane aveva intenzione di crearsi un mausoleo a dir poco monumentale ma è riuscito solo a fare la prima enorme pagoda in mattoni rossi. Il complesso monumentale è ricostruito in piccolo dove attraccano le barche in visita a Mingun. Anche sulla Mingun paya, e anche se è un rudere, si sale a piedi scalzi... Poi ci spostiamo a vedere la campana più grande e pesante "del mondo", così dice Myo, la Mingun Bell e poi alla Hsinbyume payam una pagoda circolare tutta dipinta di bianco. E' bellissima e sembra un'enorme meringa. la visita di Mingun finisce qui e anche in questa località abbiamo avuto il piacere di nicontrare persone sempre gentili e sorridenti.

Dopo un'altra ora in barca torniamo a Mandalay e ci fermiamo a pranzare nella bettolassa per eccellenza. Ovviamente hanno la birra alla spina! Assaggiamo il curry, piatto che è meglio ordinare a pranzo perchè viene cucinato solo di mattina.

La visita prosegue con il palazzo reale di Mandalay, che mi ricorda un po', per lo stile architettonico, la Città Proibita di Pechino. Il complesso delle varie pagode è molto più piccolo e tutto in colore oro e bordeaux. Fa veramente caldo e facciamo una sosta in un'latra bettolassa con birra alla spina. Abbiamo fatto conoscere a Myo la panascè. Poco distante si trova un antico monastero, sempre tutto in tek. Ci spostiamo alla pagoda dove si trova il linro più lungo del mondo, ovvero una serie di stupa e stupette con gli scritti del buddha che girano tutto intorno alla pagoda principale.

Conclusiamo con la visita di un'altra pagoda su una ocllina da dove ammiriamo la vista sulle risaie. Incrociamo ancora una famiglia di "nordici", padre, madre e 4 figli tutti biondi, che avevano evidentemente affittato un pick-up per la giornata.

Di sera ancora cena cinese. E' l'ultima notte a Mandalay

Greta Lorenzetto
Next leg: Monywa

Comments

  • by Anonymous

  • Kuthodaw Pagoda, 62nd Street, Mandalay, Mandalay Region, Burma
  • Shwenandaw Kyaung monastry
  • Irrawaddy, Sagaing, Burma
  • Hsinbyume Paya, Mingun, Mandalay Region, Burma
  • Mingun Bell, Mingun, Mandalay Region, Burma
  • Pagoda, Mingun, Mandalay Region, Burma
  • Mingun, Mandalay Region, Burma
  • Mandalay Palace, Kye-Mhon Bridge, Mandalay, Mandalay Region, Burma
  • Mandalay Royal Palace, Kye-Mhon Bridge, Mandalay, Mandalay Region, Burma
  • Mandalay City Hotel, Mandalay, Myanmar

The Tripandia travellers' tips

Other travellers passed by here

Other Greta's trips

I was there!

You must sign in to ask Greta Lorenzetto to be added as travel buddy.

Login Cancel

I was there!

The request has been sent to Greta Lorenzetto successfully

Close
I have been here

Sign in to add you have been here.

Login

You must sign in to report abuse. If you don't have any account, please sign up.
It's fast and it allow you to keep in touch with all your favorite travellers!

Login Cancel
Access denied

You must log in to proceed.

Login