Processing...
Avviso
Tripandia utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
Shwedagon Paya
Greta Lorenzetto

Birmania (con scalo Thailandese)

a piedi nudi nel paese delle pagode d'oro... un paese che ti rimane nel cuore e non si può racchiudere in un solo racconto... bisogna viverlo...

by Greta Lorenzetto published on
August 2011 / 17 days 85 Final evaluation

da Bangkok, Tailandia a Yangon, Birmania

Travel diary

Questo è il racconto di un viaggio che ho sempre sognato, ma per ignoranza mia non ero riuscita a fare prima... è la Birmania, o Myanmar, così rinominata dal regime dittatoriale.

E' a causa del regime che avevo timore di andarci. Nel mio piccolo, non volevo alimentare il regime o, più semplicemente, pensavo fosse pericoloso. In realtà il pericolo maggiore in Birmania è quello di cadere in un buco per strada dato che le città non sono illuminate!

Data la mancanza di infrastrutture ci siamo appoggiati a una guida locale, Teo, che gestisce una sorta di cooperativa non governativa di autisti, guide, albergatori. Anche se tutte le compagnie aeree interne sono del regime... Tramite Teo abbiamo affittato un minibus con autista e guida, Myo, prenotato gli alberghi, aerei ecc... il tutto per ottimizzare i tempi dato che ci saremmo stati solo 12 giorni. Avendo tempo ci si può spostare solo in auto, evitando l'aereo, anche se è massacrante a causa delle distanze lunghissime e del caldo, oppure provare a prendere i loro mezzi... i classici autobus o pick-up con le persone anche sul tetto, o i treni, ma abbiamo sempre visto le rotaie e mai un treno. Myo ci ha detto che si sa quando parte, ma non quando arriva! Un po' come sulla linea Trenord! A parte gli scherzi, l'unica ferrovia esistente risale al tempo della dominazione inglese.

Myo è venticinquenne di Yangon, laureato e con la passione per la nostra ligua, che ha studiato grazie a volontari all'ambasciata Italiana. E' molto curioso e ci fa un sacco di domande. E ride! Sempre! Ci siamo trovati bene a vicenda... Una persona vera, sincera, così come la vedi, che ci ha fatto sorridere con la sua ingenuità. L'ingenuità di chi non sa cosa c'è oltre i confini della propria terra. I miei amici lo hanno tirato scemo con barzellette, scherzi ecc... Il suo modo di parlare italiano fa sorridere, perchè non esistendo corsi veri e propri e senza libri di testo il suo è un italiano tradotto pari pari dall'inglese. Comunque è una guida attenta e preparata, sempre disponibile. Ci racconta della dura realtà birmana, della dittatura onnipresente, della mancanza di contatti con il resto del mondo e della voglia di conoscere cosa c'è in questo resto del mondo.

La Birmania un paese in via di sviluppo, che nel 2011 era ancora molto isolato dal mondo. Non esistono infatti mezzi di comunicazione indipendenti, non esiste rete gsm e il regime militare, anche se non si vede, è ovunque. Controlla tutto. Myo ci chiedeva se nel nostro paese possiamo parlare di politica e manifestare... da loro non si può e al 99% della popolazione non piace il loro governo! I ragazzi non hanno conosciuto niente altro al di fuori del regime. I birmani in effetti non possono raggrupparsi per strada per manifestare o semplicemente parlare ad della politica di questo paese. 

Nonostante questo clima di terrore, la povertà, l'oppressione, le persone sono sempre gentili e sorridenti. Ti guardano all'inizio con diffidenza, poi con curiosità e ti salutano sorridendo, "mingalaba" è il loro buongiorno. Sono persone così oneste e così vere che la loro ingenuità è quasi disarmante. Non hanno cognomi, ma solo nomi senza un significato particolare e sono accompagnati da un prefisso del tipo signore o signora, ragazzo o ragazza a seconda della fascia d'età. Si vestono con il longyi che è una gonna lunga annodata in modo diverso se per donna o uomo e ciabatte infradito. In città li vedi con la camicia e la valigietta del lavoro... e il longyi. Il sogno dei Birmani è andare in Svizzera! ...non ce li vedo in longyi in Svizzera! L'unica grande città è Yangon, la vecchia capitale, nel 2007 è stata spostata in un posto in mezzo al nulla al centro del paese dal regime. A Yangon ci sono molti edifici coloniali e palazzi, mentre le altre città sono per lo più case, casette e palafitte di legno.

Non mi dilungo oltre, su alcuni argomenti tornerò man mano... passiamo alla prima tappa!

Volo egyptair per Bangkok, dove restiamo un giorno prima di volare a Yangon con la low cost Air Asia. Skytrain fino ai quartiri più nuovi e poi ricerca taxi per la zona di Banglampoo. E' stata dura, in 4 con le valigie non voleva caricarci nessuno! Troviamo un tassista con l'aria condizionata a manetta, ci sistemiamo con perte del nostro bagaglio sulle gambe e congeliamo nel traffico caotico di Bangkok. Per fare 4 km ci avremmo messo almeno un'ora e mezza! Cmq l'aria condizionata era talmente alta che Danilo si era messo i boxer in testa. Mio marito Lorenzo, Marina se la ridevano... il tassita invece era un po' perplesso...

Ostello (in condizioni pessime ma con un bel giardino interno) in Kao San Road, serata tra ristorantini, bancarelle e giro in tuc-tuc intorno al palazzo reale... e rissa tra inglesi... la mattina dopo ci muoviamo a piedi verso il fiume Chao Praya per prendere la barca che ci porterà al palazzo reale, arriviamo lì ma un poliziotto ci dice che è chiuso per una manifestazione religiosa, di tornare nel pomeriggio... Dato che non possiamo ci consiglia un itinerario tra templi alternativo e chiama un tuc-tuc... segna sulla mappa i posti da vedere, la da all'autista e ci dice per 3 ore con le varie soste 40 bhat. Ecco... la sera prima 1/2h 400 bhat... si vabbe', siamo turisti!!!

Ripassiamo dall'ostello a prendere i bagagli, altra rissa tra inglesi e dopo pranzo cerchiamo un taxi per lo sky train e andiamo in aeroporto. Volo Air Asia per Yangon dove ad attenderci c'è un sorridente Myo, la nostra guida. Ci accompagna all'albergo e ci mettiamo d'accordo per iniziare il tour il giorno seguente. Ci dice che di fianco all'albergo c'è un ristorantino in cui cenare... e ci presta pure i soldi dato che non eravamo riusciti a cambiarli in tempo!

Dopo esserci un po' riposati usciamo e camminiamo stando attenti a non inciampare nel marciapiede sconnesso ma non vediamo nessun ristorante... che siano quei tavolini con un frigo e dei ragazzi birmani in un andorne lì di fianco? Esatto! Del mio gruppo di amici io sono quella che ha viaggiato di più, mio marito non era mai uscito dall'Europa invece! Superata la loro diffidenza iniziale ordiniamo birra e noodles. Che erano pure buoni! Vabbe' io amo l'oriente e tutte le cucine orientali e poi non mi faccio problemi, assaggio di tutto (o quasi)... Siamo gli unici occidentali e un paio di ragazzi ci chiedono de siamo greci o spagnoli... Erano contenti di poter scambiare due parole in inglese. Rientriamo in albergo e andiamo a dormire, la nostra prima notte Birmana... a me sembra già di essere in un posto fuori dal tempo!


Greta Lorenzetto
Next leg: Regione di Bago

Comments (5)

  • Martina Santamaria
    Ciao Greta, bel viaggio complimenti!!! La Birmania deve essere davvero affascinante, spero di poterci andare anche io presto :) Ciao!!!!

    by  Martina Santamaria

  • Maurizio Corò
    Davvero un bellissimo viaggio: leggere il tuo resoconto mi ha fatto venir voglia di andare a scoprire la Birmania

    by  Maurizio Corò

  • Elena Frisoni
    Ciao, a dicembre andrò in Birmania e sarebbe utile avere una guida che parla italiano dato che il mio compagno di viaggio non conosce l'inglese . Potrei avere i riferimenti di Teo o Myo? Grazie

    by  Elena Frisoni

  • Greta Lorenzetto
    ciao ELena, scrivimi su facebook (mio nome e cognome) che ti do gli indirizzi e-mail.

    by  Greta Lorenzetto

  • Elena Frisoni
    Ciao Greta, non ho facebook. Ti mando il mio indirizzo mail: elena.frisoni@gmail.it. Grazie!

    by  Elena Frisoni

  • by Anonymous

  • Bangkok Thailand
  • Thanon Khao San Bangkok Thailand
  • Wat Arun Bangkok Thailand
  • The Grand Palace Thanon Na Phra Lan Bangkok Thailand
  • Yangon International Airport, Mingaladon Township, Yangon Region, Burma
  • Thanon Khao San Bangkok Thailand
  • Yangon, Yangon Region, Burma
  • New Joe Guesthouse Bangkok Thailand
  • Panorama Hotel, Yangon, Burma

The Tripandia travellers' tips

Other travellers passed by here

Other Greta's trips

I was there!

You must sign in to ask Greta Lorenzetto to be added as travel buddy.

Login Cancel

I was there!

The request has been sent to Greta Lorenzetto successfully

Close
I have been here

Sign in to add you have been here.

Login

You must sign in to report abuse. If you don't have any account, please sign up.
It's fast and it allow you to keep in touch with all your favorite travellers!

Login Cancel
Access denied

You must log in to proceed.

Login